Ahmed Alsoudani

Ahmed Alsoudani nasce nel 1975 a Baghdad, in Iraq. Nel 1999 fugge dal suo paese natale e chiede asilo politico agli Stati Uniti. Attualmente vive e lavora a New York. La produzione di Alsoudani comprende lavori su carta e su tela e si concentra quasi esclusivamente sul tema della guerra. Partendo dalla tragica esperienza del suo paese d’origine, l’artista allarga il suo orizzonte di riferimento, raccontando le atrocità dei conflitti globali. Alsoudani si ispira alla pittura di grandi artisti come Francisco Goya, Pablo Picasso e George Grosz. Nelle suo opere citazioni di episodi precisi della storia, ad esempio l’abbattimento della statua di Saddam o gli orrori di Guantanamo, si mescolano a più generiche scene di violenza, traducendosi in una riflessione assoluta sulla violenza del mondo contemporaneo.

Nel 2011 Ahmed Alsoudani è incluso tra gli artisti che rappresentano l’Iraq alla 54ma Biennale d’Arte di Venezia. Tra le mostre personali ricordiamo quelle presso Gladstone Gallery, New York (2014), Phoenix Art Museum, Phoenix (2013) e L&M Art, Los Angeles (2012). Il suo lavoro è stato esposto a Palazzo Grassi in occasione della mostra ‘Il mondo vi appartiene’ (2011-12).