Anri Sala

Anri Sala

Anri Sala nasce nel 1974 a Tirana, Albania, dove agli inizi degli anni ’90 studia pittura all’Accademia di Belle Arti. In seguito continua la sua formazione presso l’École Nationale Supérieure des Arts Décoratifs di Parigi e Le Fresnoy, Studio National des Arts Contemporains, Tourcoing, Francia. È allora che sposta la sua ricerca artistica in direzione del video. Attualmente l’artista vive e lavora a Berlino. Utilizzando generi diversi, dal videoclip al documentario, Sala fa affiorare dal reale dettagli che, poeticamente trasfigurati, svelano aspetti inconsueti del presente. Molto spesso, adottando il punto di vista di personaggi minori, i suoi video raccontano i grandi temi dell’esistenza e trasformano piccole narrazioni in racconti universali. Le sue produzioni si orientano verso la registrazione discreta di realtà segrete o marginali alle quali l’immagine in movimento assegna un’esistenza fragile, al tempo stesso documentaria e incantata. Se negli anni ‘90 Sala è interessato a ritrarre l’Albania dopo il regime comunista, dal 2000 sposta il suo interesse sullo studio del suono e della musica in relazione alle immagini e all’architettura.

Nel 2013 Anri Sala ha rappresentato la Francia in occasione della 55ma Biennale d’Arte di Venezia. Tra le principali mostre personali dell’artista ricordiamo quelle presso Haus der Kunst, Monaco (2014), Centre Georges Pompidou, Parigi (2012) e Serpentine Gallery, Londra (2011). Il suo lavoro è stato incluso nella mostra “La voce delle immagini” (2012-13) a Palazzo Grassi.