Auguste Rodin

Auguste Rodin nasce il 12 novembre 1840 a Parigi da una famiglia modesta. Ammesso nel 1854 alla scuola di disegno, scoprirà la pittura l’anno seguente. Viene respinto per tre volte al concorso per entrare all’École des Beaux-Arts di Parigi, così decide di lavorare come artigiano presso decoratori e scultori. Rodin espone le proprie opere a partire dal 1864, ma è solo dopo un viaggio in Italia – dove scopre Donatello e Michelangelo – che comincia a essere notato dal pubblico. Nel 1877 espone L’età del bronzo al Salon di Parigi, nel 1879 il San Giovanni. La grande passione di Rodin è Dante, al quale dedica la Porta dell’Inferno del Musée des Arts décoratifs, lasciandola però incompiuta dopo cinque anni di lavoro. I suoi lavori più importanti sono Il pensatore (1882), il monumento dei Borghesi di Calais (inaugurato nel 1895), Il bacio (1886), Balzac (1893). Dopo Canova, nessuno scultore ha esercitato un influsso pari a quello di Rodin in Europa: ha legittimato il non-finito, grazie al quale è riuscito ad ottenere effetti estetici delicati; ha trasformato la durezza del marmo in carne morbida; ha saputo far emergere miracolosamente l’erotismo della pietra con raffinato realismo. Muore nel 1917.

Iris Messagère des Dieux – Slip of the Tongue