Bertille Bak

Bertille Bak nasce nel 1983 ad Arras, Francia. Studia presso Fresnoy – Studio National des Arts Contemporains di Tourcoing e la scuola di Belle Arti di Parigi. Attraverso film che coniugano realtà e finzione, Bak si pone come un’osservatrice delle comunità, dei loro rituali e dei loro oggetti. La sua non è una posizione neutra, anzi. I suoi progetti prevedono che l’artista viva e si integri all’interno della comunità che vuole raccontare per un certo numero di mesi, durante i quali stabilisce contatti e instaura una propria routine. I risultati sono lavori che oscillano tra il documentario, l’inchiesta e la ricerca etnografica. Gli attori dei suoi video sono cittadini delle comunità, le scenografie scorci delle città. Come in un gioco, le persone interpretano sé stesse nella loro vita quotidiana in una dimensione amplificata dalla visione personale dell’artista.

Tra le recenti mostre personali dell’artista ricordiamo quella presso The Gallery Apart, Roma (2016), Maison du peuple de Vénissieux, Francia (2015) e Galerie Xippas, Parigi (2014). Bertille Bak è stata inclusa tra gli artisti della mostra "La voce delle immagini" (2012-13) presso Palazzo Grassi.