Bruce Conner

Bruce Conner, scultore, pittore e regista, nasce nel 1933 a McPherson, Kansas. Dopo la formazione universitaria in Colorado, si trasferisce nella San Francisco beat di fine anni ‘50. La sua irriverenza e l’insofferenza nei confronti delle regole della società si traducono in collage di fotografie o assemblaggi di oggetti di recupero, come calze di nylon e brandelli di bambole o semplicemente scarti. Dal 1961 Conner si stabilisce in Messico e comincia a dedicarsi al video, sempre fedele alla sua “filosofia dello scarto”. Da questi anni fino alla morte nel 2008, Conner realizza i found footage, film creati montando spezzoni di video preesistenti, con i quali l’artista tenta di mettere in discussione il potere dei media.

Bruce Conner ha recentemente esposto alla Thomas Dane Gallery, Londra (2015), al San Jose Institute of Contemporary Arts, California (2015) e alla Kohn Gallery, Los Angeles (2014). Il suo lavoro Crossroads (1976) è stato esposto a Palazzo Grassi in occasione della mostra “L’illusione della luce” (2014-15).

Crossroads – L'illusione della luce