Cameron Jamie

Cameron Jamie nasce nel 1969 a Los Angeles. Attualmente vive e lavora a Parigi. La sua produzione artistica, che comprende disegni, sculture e video, si sofferma sugli aspetti underground delle periferie statunitensi. Nei film di Jamie vengono indagati i rituali vernacolari e le subculture, le realtà nate ai margini, coagulate in quello che lui stesso definisce ‘teatro sociale’. Tra risse tra ragazzini, food contest e rituali legati alle festività, il lavoro di Jamie rivela il ruolo che le piccole mitologie quotidiane e i rituali folkloristici hanno nella vita di periferia. Per realizzare i suoi video, spesso associati al cinema etnografico, Jamie trascorre parte del suo tempo con le comunità integrandosi e cercando collaborazioni. Spesso le proiezioni dei suoi lavori sono accompagnate dalla musica live del gruppo The Melvins o da quella del chitarrista giapponese Keiji Haino.

Tra le mostre dell’artista ricordiamo quelle presso Kunsthalle Zürich (2013), the Museum of Modern Art, New York (2011), Cineteca National Mexico (2011) e MIT, Massachusetts (2007). Il suo video BB (1998-2000) è stato incluso nella mostra ‘La voce delle immagini’ (2012-13) a Palazzo Grassi.