Cerith Wyn Evans

Cerith Wyn Evans

Nato nel 1958 a Llanelli nel Galles, Cerith Wyn Evans attualmente vive e lavora a Londra. Debutta come filmmaker negli anni ‘70, realizzando brevi cortometraggi sperimentali. Dagli anni ‘90 Wyn Evans si dedica ad altre forme espressive – installazione, scultura e fotografia – continuando ad assorbire le influenze del mondo del cinema. Il suo lavoro sfrutta i meccanismi del linguaggio verbale e non verbale e rompe con le tradizionali forme di comunicazione, aprendo a nuove potenzialità espressive, spesso attraverso cortocircuiti inaspettati. Realizzate combinando pratiche artigianali e nuove tecnologie, le sue opere sono apparizioni che lentamente diventano rivelazioni, veri e propri discorsi.

Nel 2015 la Serpentine Gallery di Londra e il Museion di Bolzano hanno dedicato a Cerith Wyn Evans due mostre monografiche. L’artista ha partecipato alla Biennale di Venezia (2008 e 2003) e alla Biennale di Istanbul (2005). Cerith Wyn Evans ha esposto a Punta della Dogana per la mostra “Accrochage” (2016).

We are in Yucatan and every unpredicted thing – Accrochage