Cindy Sherman

Cindy Sherman nasce nel 1954 a Glen Ridge, nel New Jersey, Stati Uniti. Con una pratica nota come ‘staged photograpy’, le foto di Sherman sono il risultato finale di un lavoro complesso che precede lo scatto. L'artista studia nei minimi dettagli la scena, la ricostruisce e crea il personaggio, oggetto della foto, che è interpretato da se stessa. In uno dei suoi primi lavori l’artista interpreta tutti i principali attori di un giallo hollywoodiano mai esistito. Questa serie anticipa il successivo interesse di Cindy Sherman per il mondo del cinema: come tutti gli artisti della Pictures Generation, anche Cindy Sherman è attratta dall'immaginario visuale prodotto dalla cultura mediatica verso la quale, allo stesso tempo, si dimostra apertamente critica. Untitled Film Stills (1977-80) è il suo lavoro più noto: una serie di ritratti in bianco e nero di personaggi che incarnano le tipologie femminili dei film americani degli anni ’40 e ’50 – dalla femme fatale, all’eroina romantica, alla casalinga reclusa. Più recentemente Cindy Sherman costruisce e si fotografa nei panni di personaggi tratti dall'immaginario grottesco e horror, dove presenta il proprio corpo trasformato da protesi al limite del mostruoso, immersa tra resti di cibo, pezzi di corpi umani e rifiuti.