Eija-Liisa Ahtila

Eija-Liisa Ahtila nasce nel 1959 a Hämeenlinna, Finlandia. Attualmente vive e lavora a Helskini come film maker e videoartista. Definiti da lei stessa ‘human drama’, i suoi video parlano delle difficoltà sociali e interpersonali del mondo contemporaneo attraverso un sistema narrativo che amalgama storie vere e storie fittizie, psicologia e politica. Athila descrive spesso la vita di persone affette da problemi psichiatrici, ossessionate da paure o autentiche fobie in cui presente e passato si confondono. L’artista sperimenta e mescola generi filmici diversi, dall’intervista al film commerciale e al documentario e guarda alla letteratura e alla storia del cinema come fonti di ispirazione.

Eija-Liisa Ahtila ha partecipato alla Biennale di Mosca (2013), alla 50ma Biennale di Venezia (2005) e a Documenta XI (2002). Numerose istituzioni le hanno dedicato mostre personali: Guggenheim Bilbao (2016), Lembreuck Museum (2015) e Le Kiasma di Helsinki (2013) . L’opera Anne, Aki And God (1998) è stata esposta a Palazzo Grassi in occasione della mostra “L’illusione della luce” (2014-15).