Erin Shirreff

Erin Shirreff nasce nel 1975 a Kelowna, British Columbia, in Canada. Attualmente vive e lavora a New York. Il principale interesse di Shirreff è la distanza tra un oggetto e la sua rappresentazione. Attraverso video e fotografie, l’artista esplora la possibilità di interferire sul soggetto rappresentato attraverso l’uso consapevole del medium. Oltre che semplice modalità di documentazione, l’immagine, fissa o in movimento, diventa motivo per intervenire sul significato o sulla forma dell’oggetto stesso. Il film Lake (2012), per esempio, è eloquente circa il modo con cui l’artista opera. A partire dalla scansione di una fotografia trovata su una brochure turistica degli anni ’70, l’artista effettua varie ‘alterazioni’ dei colori. Il film racconta quel luogo e i suoi cambiamenti climatici e temporali: è la documentazione però di variazioni mai avvenute, ma semplicemente generate dalla manipolazione di una singola immagine fotografica.

Tre le recenti mostre personali ricordiamo quelle presso Albright-Knox Art Gallery, Buffalo (2016), Institute of Contemporary Art, Boston (2015) e Sikkema Jenkins & Co., New York (2015). Il suo lavoro è stato incluso nella mostra ‘La voce delle immagini’ (2012-13) presso Palazzo Grassi.