Errò

Gudmundur Gudmundsson, conosciuto nel mondo dell’arte come Errò, nasce nel 1932 a Olafsvik, Islanda. Dopo gli studi in Norvegia, all’Accademia di Belle Arti di Oslo, studia la tecnica del mosaico in Italia. I primi lavori sono una serie di dipinti che ritraggono strane creature antropomorfe con innesti meccanici. Quando, nel 1963, si trasferisce a New York subisce inevitabilmente l’influenza dell’arte pop. Questa seconda fase della sua carriera è caratterizzata dall’uso del collage e dallo stile fumettistico con il quale Errò crea opere che spaziano dalla cultura popolare al mondo politico, alla storia dell’arte. L’artista accumula immagini ritagliate da poster, giornali, libri trovati nei mercatini e, per usare una parola dell’artista stesso, le ‘sposa’ tra loro. Ne risulta il ritratto, al contempo ironico e grottesco, di una società contemporanea pervasa dalla corruzione politica, dalla mercificazione del corpo e dal consumismo.