Florian Pumhösl

Artista viennese nato nel 1971, Florian Pumhösl sviluppa un’opera complessa che mescola pittura, grafica, film e installazioni e che si confronta con l’eredità del modernismo e del suo vocabolario estetico. Pumhösl è rigoroso ma poliedrico; nei suoi lavori gli elementi tipografici e le forme geometriche sono ridotti alla più semplice espressione minimalista. Il suo linguaggio visivo segue un processo di riduzione estremo per arrivare a una sequenza di frammenti che richiamano l’opera di artisti astratti e schemi architettonici utopici.

Importanti mostre personali dedicate a Florian Pumhösl si sono tenute al Kunsthaus Bregenz (2012), all’Art Institute of Chicago (2012) e al MUMOK di Vienna (2011). L’artista ha partecipato a dOCUMENTA XII (2007) e alla Biennale di San Paolo (2006). Alcune opere di Florian Pumhösl sono state esposte a Punta della Dogana in occasione della mostra “Accrochage” (2016).

After a map of Eretz Israel from the book Boundaries of the Land by Rabbi Joshua Feiwel ben Israel, Grodno, 1813, Panels 9-12 – Accrochage