Francesco Vezzoli

Francesco Vezzoli nasce nel 1971 a Brescia. Nel 1995 completa gli studi artistici presso la Central Saint Martins di Londra. Attualmente vive e lavora a Milano. All’inizio della sua carriera Vezzoli decide di adottare la tecnica del ricamo, in aperta rottura con le tendenze londinesi degli anni ’90. Nascono così le riproduzioni a ricamo dei capolavori di Josef Albers e Mark Rothko; in seguito si dedica alle stampe laser su tela di icone popolari sulle quali interviene con il filo metallico. Attraverso i suoi lavori Vezzoli indaga il mondo glamour dei divi, il cinema e la pubblicità e in generale l’immaginario visuale pop. L’artista non esita ad appropriarsi di tutti i cliché utilizzati dai mass media per rendere affascinante la vita dei personaggi pubblici: sesso, ambizione, denaro. Vezzoli mette a nudo i meccanismi con cui l’industria dello spettacolo condiziona le nostre esistenze e i nostri sogni, ma dà anche forma alle nostre ossessioni di popolarità.

Tra le più importanti mostre personali dell’artista ricordiamo quelle presso MoMA PS1, New York (2014), MAXXI, Roma (2013), Jeu de Paume, Parigi (2009) e Tate Modern, Londra (2006). Il suo lavoro è stato esposto a Palazzo Grassi in occasione delle mostre ‘Il mondo vi appartiene’ (2011-12) e ‘Italics’ (2008-2009).