Jonathan Wateridge

Jonathan Wateridge nasce nel 1972 in Zambia. Si forma presso la Glasgow School of Art. Attualmente vive e lavora a Londra. La produzione di Wateridge è costituita da monumentali tele dipinte in stile iperrealista. In quelle che descrive “fiction elaborate con cuciture visibili”, Wateridge indaga la natura nelle immagini, siano esse dipinte, fotografate o filmate. La particolarità della sua pratica sta nel fatto che le sue tele nascono prima dell’atto pittorico in sé. Ogni composizione è infatti preceduta dalla creazione di una scenografia, con maniacale attenzione per la scelta degli oggetti di scena e per la selezione degli attori. Continuamente in bilico tra realtà e finzione le sue tele, che ricordano sia la grande pittura di storia sia le still cinematografiche, cristallizzano con la medesima potenza tanto la formalità di un ritratto di gruppo ufficiale, quanto la banalità di un interno domestico o l’atmosfera apocalittica dopo un disastro ambientale.

Tra le mostre personali dell’artista ricordiamo quelle presso L + M Arts, Los Angeles (2013), All Visual Arts, Londra (2011) e David Risley Gallery, Londra (2006). Il suo lavoro è stato esposto a Palazzo Grassi in occasione della mostra ‘Il mondo vi appartiene’ (2011-12).