Louise Lawler

Nata nel 1947 a Bronxville nello stato di New York, Louise Lawler vive e lavora a Brooklyn. A partire dagli anni ‘70, l’artista esamina le dinamiche economiche e sociali che influenzano i movimenti delle opere d’arte, dal momento in cui lasciano gli atelier degli artisti. Attraverso l’obiettivo della macchina fotografica, Lawler si appropria di opere di altri, esplorando il tema della paternità dell’opera d’arte. Le sue fotografie, composte per attirare l’attenzione dello spettatore su un dettaglio apparentemente insignificante, suggeriscono nuove interpretazioni dell’opera d’arte di partenza, che Lawler sceglie e ridefinisce attraverso i suoi scatti.

La galleria Yvon Lambert a Parigi (2014), il Ludwig Museum, Cologna (2013) il Wexner Center in Ohio (2006), il Dia Beacon in Beacon a New York (2005) e il Museum for Gugenwartskunst, Kunstmuseum Basel in Svizzera (2004) hanno dedicato a Louise Lawler importanti mostre personali. Il suo lavoro è stato esposto a Palazzo Grassi per le mostre “Sequence 1”(2007) e “Il mondo vi appartiene” (2011) e a Punta della Dogana per la mostra “Accrochage”(2016).