Lucio Fontana

Lucio Fontana nasce nel 1899 a Rosario de Santa Fe in Argentina. È stato uno sculture e pittore, fondatore del movimento spazialista. La sua prima formazione avviene nello studio del padre, dove impara a lavorare la ceramica. Trascorre un primo periodo in Italia dove frequenta l’Accademia di Belle Arti di Brera e segue i corsi dello scultore Adolfo Wildt, che rimane per lungo tempo uno dei suoi riferimenti stilistici. Dal 1947 si stabilisce per sempre a Milano, dove firma il Manifesto dello Spazialismo, un movimento che mira a superare i limiti dell’arte tradizionale, facendo ‘uscire il quadro dalla sua cornice’. Inizia così, dal 1949, la ricerca più nota di Fontana, quella dei ‘buchi’ e dei ‘tagli’ che lacerano in uno o più punti le tele monocrome, fino alla famosa serie Fine di Dio (1963-1964). L’artista, con i suoi gesti ormai iconici, cerca una nuova dimensione andando letteralmente oltre la superficie pittorica. Muore nel 1968 a Milano.