Marin Karmitz

Marin Karmitz nasce a Bucarest in Romania nel 1938. Alla fine degli anni ‘40 migra con la famiglia in Francia. Lavora come assistente di molti registi, tra cui Jean-Luc Godard. Dagli anni ‘60 inizia la produzione di cortometraggi, documentari e film basati su opere preesistenti, come ad esempio Comédie, tratto da una pièce di Samuel Beckett. A partire dal 1968, con una serie di lungometraggi, Karmitz si segnala come regista politicamente impegnato sposando le cause della lotta operaia e sindacale contro il dominio della classe borghese. Dalla metà degli anni 70 abbandona la macchina da presa, ma apre a Parigi il circuito di sale MK2 attraverso il quale continua a promuovere e diffondere un cinema politico, diverso, militante.

Comédie (1965) è stato incluso tra i lavori della mostra "La voce delle immagini" (2012-13) presso Palazzo Grassi.