Mark Wallinger

Mark Wallinger nasce nel 1959 a Chigwell, Inghilterra. Studia presso Chelsea School of Art e Goldsmiths College, entrambe a Londra, dove ancora oggi vive e lavora. Dagli anni ‘80 volge il suo sguardo alle tradizioni della società inglese, dalla sua storia al suo sistema di valori, dalle istituzioni al class system. Ne indaga gli aspetti attraverso la pittura, la scultura e il video. Alla fine degli anni ’90 sposta il suo interesse in direzione dell’idea di spiritualità e di religione. In Angel (1997), l’artista veste i panni di Blind Faith, il suo alter ego cieco. Nel video Wallinger, mettendo in discussione la reale capacità di visione dello spettatore, affronta la questione della ricerca di verità empirica e credo religioso. Nel 2007, con State Britain, occupa le Duveen Galleries della Tate Britain di Londra ricreando nei minimi dettagli una protesta del pacifista Brian Haw in Parliament Square, puntando esplicitamente il dito ancora una volta contro l’odierna Inghilterra, in particolare verso la realtà delle libertà civili e le violazioni del diritto di parola e pensiero.

Nel 2001 Mark Wallinger rappresenta l’Inghilterra in occasione della 49ma Biennale d’arte di Venezia. Tra le recenti mostre personali ricordiamo quelle presso Serlachius Museum / Art Museum Gösta, Finlandia (2016), Hauser & Wirth, Londra (2016) e la galleria Carlier | Gebauer, Berlino (2014). Il suo lavoro è stato incluso nella mostra “La voce delle immagini” (2012-13) presso Palazzo Grassi.