Matthew Day Jackson

Matthew Day Jackson nasce nel 1974 a Panorama City, California. Si forma presso la University of Washington di Seattle e la Mason Gross School of the Arts, Rutgers University, nel New Jersey. Attualmente vive e lavora a New York. L’artista si appropria di simboli e di oggetti quotidiani – delle volte anche cose usate e riciclate – per creare scenari drammatici della società americana, con evidenti riferimenti sia ad avvenimenti gloriosi della storia statunitense sia al tracollo degli ideali utopici. I suoi lavori, che si traducono in installazioni, collage, dipinti e sculture costituiscono una lucida riflessione sul fallimento dei sistemi di pensiero occidentale: religioso, scientifico, sociopolitico ed estetico.

Tra le mostre personali dell’artista ricordiamo quelle presso Hauser & Wirth, Zurigo (2014), ZKM Museum of Contemporary Art, Karlsruhe, Germania (2013) e MAMbo, Bologna (2011). Il suo lavoro è stato esposto a Palazzo Grassi in occasione della mostra ‘Il mondo vi appartiene’ (2011-12) e ‘Mapping the Studio’ (2009-11).