Michel Francois

Michel Francois

Michel François nasce nel 1956 a Saint-Trond, Belgio. Studia presso l’École de Recherche Graphique di Bruxelles, città dove ancora oggi vive e lavora. La ricerca artistica di François, che si avvale di medium diversi, dall’installazione al video e alla scultura, è di matrice concettuale. L’artista indaga tematiche come il tema della sorveglianza, degli spazi domestici, della burocrazia, della psicologia, dell’alienazione e in generale del senso di solitudine della società contemporanea. Il suo lavoro, che prevede spesso la manipolazione di oggetti molto semplici e di uso comune, si iscrive nel reale, ovvero in quella dimensione che tutti condividiamo e che è fonte di frustrazione, ma anche di meraviglia.

Tra le recenti mostre personali dell’artista ricordiamo quelle presso Fundación Casa Wabi, Messico (2016), galleria Thomas Dane, Londra (2015), Kamel Mennour, Parigi (2014) e Ikon Gallery, Birmingham (2014). Il suo progetto a lungo termine Bureau augmenté (1997-2012) è stato incluso nella mostra “La voce delle immagini” (2012-13) presso Palazzo Grassi.