Peter Hujar

Peter Hujar

Nato nel 1934 a Trenton (New Jersey), Peter Hujar è stato uno dei più importanti fotografi americani. Nel periodo tra gli anni ‘70 e ’80 è stato un personaggio di grande rilievo nel gruppo di artisti, musicisti, scrittori e performers che animavano scena artistica newyorkese. La sua arte, come la sua personalità, non è mai scesa a compromessi. Hujar possedeva una straordinaria conoscenza delle tecniche fotografiche e i suoi ritratti in bianco e nero di persone, animali e paesaggi, capaci di catturare la bellezza cancellando i confini tra la vita e la morte, sono diventati un punto di riferimento per molti fotografi. Intensamente emotive ma lontane da ogni eccesso, le sue immagini sanno fermare il tempo e insieme restare comunque contemporanee, dando vita a composizioni dall’impianto classico ma mai convenzionale. La sua prima opera, Portraits in Life and Death, con introduzione di Susan Sontag, è stata pubblicata nel 1976, dopodiché, a causa della sua personalità difficile e del suo rifiuto di cedere alle imposizioni del mercato dell’arte, non ha pubblicato altro.È morto di AIDS nel 1987.

I suoi lavori sono stati esposti nel 1994 in due storiche retrospettive allo Stedelijk Museum di Amsterdam e al Fotomuseum di Winterthur in Svizzera e nel 2007 all'Institute of Contemporary Arts a Londra.

Works by Peter Hujar – Slip of the Tongue

Draped Male Nude (I) – Slip of the Tongue