Philippe Perrot

Philippe Perrot (Parigi, 1967 – 2015) è stato un pittore francese. La sua pratica artistica è inizialmente legata al mezzo filmico. Frequenta infatti l’Institut des hautes études cinématographiques di Parigi e durante quegli anni si dedica alla realizzazione di brevi video che indagano i contesti familiari. Dagli anni ’90 abbandona la pellicola per avvicinarsi alla pittura, senza rinunciare però alle sue tematiche di interesse. Caratterizzate dal tipico fondo ocra che ha scelto fin dagli esordi, le tele di Perrot mettono in scena una gamma di sentimenti contrastanti e violenti. I personaggi che le popolano, i cui tratti affilati ricordano la pittura di Egon Schiele, sono protagonisti di drammi familiari e sembrano nascondere scomodi segreti. Lasciando libero lo spettatore di immaginare una trama a partire da elementi apparentemente incongrui, Perrot ci guida a riflettere sugli ambienti domestici all’interno dei quali si consumano inspiegabili tensioni e dove convivono depressione e violenza, sessualità e morte.

Tra le mostre dell’artista ricordiamo quelle presso Clifton Benevento, New York (2013), The Patricia & Phillip Frost Museum, Miami (2012) e Art:Concept, Paris (2010). Il suo lavoro è stato esposto a Palazzo Grassi in occasione delle mostre ‘Il mondo vi appartiene’ (2011-12).