Richard Prince

Richard Prince nasce nel 1949 a Panama, negli Stati Uniti. Appropriatore seriale di immagini tratte dai mass-media, dalla pubblicità e dall’entertainment degli anni ’70, Prince ridefinisce i concetti di paternità e di aura dell’opera d’arte. La sua produzione di disegni, installazioni, dipinti e fotografie indaga il ruolo che hanno le subculture e le espressioni vernacolari nella definizione dell’identità americana. Attraverso un approccio fortemente ironico, l’artista raccoglie e racconta i miti, i simboli e l’immaginario americano: il cowboy della Marlboro, le donne in topless sulle Harley-Davidsons, le pin-up di Hollywood sulle macchine d’epoca, i fumetti ripresi da ‘Playboy’ e ‘The New Yorker’ e perfino le seducenti ma inquietanti infermiere nella serie Nurse. Recentemente Prince si è misurato anche con uno dei miti dell’arte americana, il pittore espressionista astratto Willem de Kooning. Partendo dagli elementi delle celebri tele dell’artista e combinandoli in dipinti, stampe e fotografie, Prince dissacra e al tempo si inchina di fronte alle radici della pittura americana contemporanea.