Sadamasa Motonaga

Sadamasa Motonaga

Artista autodidatta nato a Mie, in Giappone, nel 1922, Motonaga si avvicina al Gutai dopo l’incontro con Yoshihara Jiro. Come tutti i componenti del gruppo, cerca espressioni nuove, forme inedite, colori squillanti, libere sperimentazioni. In occasione di un’esposizione itinerante dedicata al gruppo Gutai negli Stati Uniti si trasferisce a New York per un anno, cambiando radicalmente stile. Comincia a dipingere in maniera tradizionale, utilizzando però i colori acrilici e l’aerografo. La sua pratica artistica si ispira in parte alla tecnica giapponese detta tarashikomi: l’artista applica diversi strati di pittura liquida che si amalgamano sulla tela in maniera irregolare. Rientrato in Giappone, prende a interessarsi alle forme, che per lui devono venire prima dei colori, si dedica alla stampa su pannelli di seta e alla creazione di libri illustrati, diventando uno dei più popolare artisti giapponesi contemporanei. Muore nel 2011. Le sue opere sono state esposte all’Hiroshima City Museum of Contemporary Art nel 2003, al Mie Prefectural Art Museum nel 2009 e alla Biennale di Venezia nel 1993 e nel 2009.

Work – Slip of the Tongue