Sergey Bratkov

Sergey Bratkov nasce nel 1960 in una città industriale dell'Ucraina, Kharkov, dove conduce i suoi studi presso il Repin Art College e la Polytechnical Academy. Dal 2000 vive e lavora a Mosca. Per oltre vent'anni Sergey Bratkov ha documentato con ironia e soggettività l'assurdità della vita post-sovietica delle strade di Kyiv, Kharkiv e Mosca ponendo l'accento sui tabù estetici e morali della società contemporanea dell'est Europa. La città natale dell'artista –popolata dopo la caduta dell'URSS da orfani, prostitute e senza tetto – è fonte di ispirazione per Bratkov, che congela con i suoi scatti le urgenti tematiche sociali di un mondo perso di fronte a un cambiamento repentino e traumatico; i suoi ritratti immortalano persone sole e isolate: (anti)eroi che vivono un universo sconfitto e che hanno come unica possibilità di rinascita la mercificazione del proprio corpo. Negli anni 2000 e 2001 Bratkov si dedica a importanti cicli di ritratti come Kids or Soldiers, Fighters Without Rules, Secretaries e Army Girls. Sergey Bratkov è uno dei fondatori del gruppo artistico "Fast Reaction Group" con Boris Mikhailov e Sergey Solonsky.

Tra le mostre personali dell’artista ricordiamo quelle presso REGINA Gallery, Mosca (2014), PinchukArtCentre, Kiev (2013), Leo Koenig Inc., New York (2012). Il suo lavoro è stato incluso nella mostra ‘Il mondo vi appartiene’ (2011-12) presso Palazzo Grassi.