Yang Fudong

Yang Fudong nasce nel 1971 a Beijing, Cina. Nel 1995 conclude gli studi di pittura presso la China Academy of Fine Arts, Hangzhou. Attualmente vive e lavora a Shanghai. Dal mezzo pittorico passa subito al video senza però rinunciare a riferimenti alla pittura tradizionale cinese. Le sue installazioni-video multicanale sono debitrici della cultura cinematografica Hollywoodiana e in particolare del film noir, ma sapientemente portate ad un grado altro. Tinti di poesia e lirismo, i suoi film onirici ritraggono la condizione delle giovani generazioni cinesi in bilico tra tradizione e attualità, dolorosa conseguenza della modernizzazione della Cina. Realizzati in 35mm, i suoi film si fondano su un’immagine sofisticata, complice anche la predilezione per il bianco e nero, e creano atmosfere sospese in cui tempo e spazio rimangono misteriosi.

Tra le mostre personali dell’artista nel 2015 ricordiamo quelle presso Yuz Museum, Shanghai, Galerie Marian Goodman, Parigi e Auckland Art Gallery Toi o Tamaki, Nuova Zelanda. Il suo lavoro Liu Lan (2003) è stato incluso nella mostra “La voce delle immagini” (2012-13) a Palazzo Grassi.