An Diotima

Teatrino di Palazzo Grassi
28/10/2017
H 17:30

Evento

Sabato 28 ottobre, ore 17.30
An Diotima

Il Teatrino presenta uno spettacolo a cura dell'attrice Sabina Tutone dedicato al ciclo An Diotima di Friederich Hoelderlin di cui verranno musicati in prima assoluta due componimenti. Nel corso dello spettacolo letture poetiche ispirate al tema della bellezza e dell’amore, interpretate dall’attrice Sabina Tutone, si intrecceranno all’esecuzione di opere musicali che spaziano dal repertorio storico fino al primo Novecento, affidate all’Ensemble In continuum, gruppo da camera formato da giovanissimi artisti emergenti.

Sabina Tutone, voce recitante del concerto, si laurea in Architettura allo IUAV di Venezia e approfondisce la formazione attoriale e pedagogica frequentando corsi e stage. Dopo la collaborazione nel 1991 col Teatro Goldoni di Venezia per il “Festival del Teatro” diretto da Giorgio Gaber, fonda il Centro Universitario Teatrale di Venezia (CUT), dal 1999 Shylock CUT, di cui è responsabile artistico, promuovendo percorsi di didattica scenica e performance, attraverso Laboratori di Training e improvvisazione teatrale, dizione, fonetica e lettura espressiva. Dal 1993 al 2011 affianca l’attività di aiuto regia nelle produzioni dirette da G. Emiliani, per lo Stabile del Veneto, e quelle di A. Pizzech. Idea, dirige, interpreta reading e performance in sinergia con artisti e Istituzioni culturali del territorio nazionale, tra cui RAI 3 per le trasmissioni “Ulisse” e “Chi l’ha visto?”. Dal 2014 collabora con la Fondazione Giorgio Cini di Venezia.

L'Ensemble In continuum, che prende nome da un celebre ciclo pittorico di Vedova, nasce nel 2017 come prosecuzione del Plurimo Ensemble Jr., gruppo da camera formato da studenti degli istituti musicali veneziani coinvolti in progetti di musica contemporanea. Il nuovo ensemble a geometria variabile, fondato e diretto da Letizia Michielon, riunisce i migliori talenti di Plurimo e giovani artisti emergenti impegnati in progetti interdisciplinari con un repertorio che spazia dallo storico alle prime assolute dedicate al gruppo.

Ingresso libero fino a esaurimento posti.