Betye Saar

Betye Saar è nata nel 1926 a Los Angeles, Stati Uniti. Utilizza oggetti trovati e crea opere simili a reliquiari, cariche di riferimenti culturali e storici, intimamente legati alla sua identità plurima. Sotto forma di un rituale creativo erige altari magici, carichi di energia, che pongono le domande sociali, culturali e politiche che sono al fulcro del suo percorso. Politicamente impegnata, ha vissuto le rivolte di Watts nel 1965, che videro la comunità afroamericana confrontarsi con i crimini della polizia, e l’assassinio di Martin Luther King nel 1968 a Memphis, che radicalizzò il suo progetto artistico.

Il suo lavoro è stato presentato a Punta della Dogana in occasione della mostra "Untitled, 2020" (2020).