Eduardo Chillida

Eduardo Chillida è nato nel 1924 e morto nel 2002 a San Sebastian, Spagna. Le sue prime opere sono influenzate da cubismo e astrattismo, ma mostrano qualità formali uniche, che combinano vuoti e volumi. «Avevo la sensazione che il gesso, così come le mie visite al Louvre, mi portassero verso la luce bianca della Grecia […]. Vengo da un paese dove la luce è nera: l’Atlantico è scuro». Con grande maestria tecnica elogia le qualità formali e il dinamismo di quei materiali puri. Lo spettatore può cogliere l’aria e lo spazio che sono il fulcro della scultura e che, molto spesso, rappresentano una sfida alla gravità.

Il suo lavoro è stato presentato a Punta della Dogana in occasione della mostra "Untitled, 2020" (2020).