Gilbert&George

Gilbert Prousch nasce a San Martino in Badia, Italia, nel 1943; George Passmore nasce a Plymouth, Devon, nel 1942. Dopo l’incontro alla Saint Martin School di Londra nel 1967 lavoreranno sempre insieme, dando vita al duo artistico Gilbert&George. Questo sodalizio, che dura tutt’ora, si traduce in un lavoro volto a superare le convenzioni, sfatare i tabù culturali o religiosi ed evidenziare le contraddizioni e i pregiudizi della società contemporanea. Gilbert&George, rigorosamente vestiti allo stesso modo, sono spesso i soggetti delle proprie opere. Rivisitando il concetto di scultura e facendosi loro stessi materia artistica, i due artisti diventano “sculture viventi”, secondo un processo creativo in cui la loro vita coincidono esattamente con la loro opera. Il loro lavoro è ispirato al fondamentale principio Art For All (Arte Per Tutti): la rappresentazione artistica non deve escludere nessun aspetto della condizione umana e deve avere necessariamente una funzione educativa.

Royal Albert Memorial Museum & Art Gallery (2014), la Tate Modern, Londra (2007) e la Serpentine Gallery, Londra (2002) hanno dedicato a Gilbert&George tre mostre personali. Il loro lavoro è stato presentato a Palazzo Grassi in occasione della mostra ‘L’illusione della luce’ (2014-15) e a Punta della Dogana in "Dancing with Myself" (2018).

Dead Boards No.11 – L'illusione della luce