Thomas Houseago

Thomas Houseago nasce nel 1972 a Leeds, Inghilterra. Fin dagli esordi l’artista mette al centro della sua pratica la scultura, accostando materiali tradizionali come legno, gesso e bronzo ad altri più inusuali: cavi d’acciaio, tela e cemento. La maggior parte dei suoi lavori risponde un processo scultoreo volto alla rappresentazione della forma umana, spesso lasciata in una dimensione incerta tra bidimensionalità e terza dimensione. Houseago mescola assieme fonti artistiche (Jacob Epstein con il suo celebre Rock Drill è considerato un riferimento fondamentale), musicali e cinematografiche. Le forme e gli assemblaggi che realizza sfuggono a ogni forma di classificazione culturale: il riferimento a Picasso e alla scultura africana dialoga con la passione per la fantascienza. Spesso goffe e sbozzate grossolanamente le sculture di Houseago lasciano il dubbio della loro compiutezza e una sensazione di vulnerabilità e potenza assieme.

Il suo lavoro è stato presentato a Punta della Dogana in occasione delle mostre "Untitled, 2020" (2020) e “Elogio del dubbio” (2011-13) e a Palazzo Grassi per “Il mondo vi appartiene” (2011-12).