Urs Lüthi

Urs Lüthi nace nel 1947 a Kriens, Svizzera. Studia dal 1963 al 1964 in quella che oggi è l’Università delle Arti di Zurigo. Alla fine degli anni Sessanta fa parte della vivacissima scena artistica svizzera promossa da persone come il gallerista Toni Gerber e il curatore Jean-Christophe Ammann. Negli anni Settanta, il travestimento è un tema importante nell’arte contemporanea e della cultura pop, come dimostrano i diversi scatti di auto-drammatizzazione davanti alla macchina fotografica realizzati da Lüthi. Nel 1970 Urs Lüthi espone alla leggendaria mostra di Ammann al Kunstmuseum di Lucerna. La sua partecipazione a documenta 6 (1977) lo porta a una personale al Museum Folkwang (1978), seguita da altre personali, come quella al Padiglione svizzero della Biennale di Venezia (2001).

Il suo lavoro è stato presentato a Punta della Dogana in occasione della mostra "Dancing with Myself" (2018).