Accessibilità

Palazzo Grassi e Punta della Dogana sono impegnati fin dalla loro apertura a rendere accessibili gli spazi espositivi e le attività in programma a tutto il pubblico. L’accessibilità non è considerata un servizio da offrire ai visitatori ma uno dei fondamenti della missione educativa, nell’obiettivo di rendere il museo uno spazio inclusivo e accogliente per tutti. Per questo motivo, la programmazione punta per quanto possibile a garantire la reale accessibilità delle sue attività a tutto il pubblico insieme, con o senza disabilità.

ST_ART Ascoltare con gli occhi

Elaborato in collaborazione con l'Università Ca' Foscari di Venezia e VEASYT, il progetto avviato nel 2013 mira a garantire la completa accessibilità delle attività didattiche a ragazzi e famiglie non udenti, sia singoli che in gruppi scolastici, attraverso la presenza di un operatore didattico LIS messo a disposizione gratuitamente dal museo.

Informazioni

Per gli atelier per le scuole e le visite guidate la presenza dell’operatore LIS (lingua italiana dei segni) va richiesta al momento della prenotazione.
Per maggiori informazioni: education@palazzograssi.it

Il mare d'inverno, performance in lingua dei segni

Lo scorso settembre 2015 Palazzo Grassi ha ospitato una performance in Lingua dei Segni Italiana concepita da Anna Ramasco in collaborazione con l'ENS di Mestre.

50 segnanti, performance in lingua dei segni

Il 10 maggio 2014 l'artista Anna Ramasco ha organizzato in collaborazione con l'ENS di Mestre una performance con 50 sordi segnanti per scoprire un nuovo modo di parlare dell'arte contemporanea.