Festival dei Matti

Teatrino di Palazzo Grassi
19/05/2018
H 10:00

Evento

Sabato 19 maggio
Festival dei Matti, dalle 10.30
A margine. Abitare luoghi comuni.

Torna il Festival dei Matti un'iniziativa culturale vòlta a riportare nel dibattito pubblico il tema del rapporto tra follia e normalità e ad abbattere luoghi comuni e pregiudizi. Il programma prevede incontri con la sociologa Maria Grazia Giannichedda, l'artista Flavio Favelli, lo psichiatra Peppe Dell’Acqua, la scrittrice Carmen Pellegrino, il conduttore e scrittore Massimo Cirri, l’antropologo Franco La Cecla, tra gli altri, e la proiezione del film Dove cadono le ombre alla presenza della regista Valentina Pedicini.

Si parlerà del fatto che follia (quale che sia il senso che diamo a questa parola) è da sempre l’effetto di una messa a margine, a fondo pagina di discorsi che reggono soltanto bandendo il fuori campo. Una questione di spazi separati, dislocazioni non scelte, forzati trasferimenti, sradicamenti. Si parlerà di quei luoghi comuni - ideologie e pregiudizi - che chiudono i dialoghi, innalzano muri, barriere intransitabili, spazi chiusi che nulla hanno di comune e del dolore causato dall’essere posti fuori gioco; ma anche delle condizioni che rendono inabitabili o abitabili i contesti, della cura che occorre perché sia possibile abitare da soggetti il dentro e il fuori, luoghi comuni, territori condivisi, comunità materiali e immateriali, garantendo a pieno la cittadinanza come chiede la legge 180, a quarant’anni dalla sua emanazione. Come note a margine che riaprono i discorsi.

​Programma

Ore 10.30
Abitare l’impossibile. In occasione delle nuove pubblicazioni dei testi di Franco Basaglia.
Ne discutono Anna Poma, Maria Grazia Giannichedda sociologa, e Peppe Dell’Acqua psichiatra.

Ore 12.00
Luoghi a perdere, luoghi da riabitare
Anna Poma e Gianni Montieri
incontrano Carmen Pellegrino, scrittrice e Giuseppina Scavuzzo architetta.

Ore 16.30
Deportazioni proiezione del film e dibattito
Dove cadono le ombre di Valentina Pedicini
Ne discutono con la regista, Anna Ruchat, traduttrice di Mariella Mehr, Michele Gazich, poeta e violinista e Anna Poma.
Segue breve intervento musicale di Michele Gazich (voce e violino) accompagnato da Marco Lamberti (chitarra e bouzouki).

Ore 21.00
Abitare luoghi comuni
Massimo Cirri, conduttore di Caterpillar e scrittore, incontra Flavio Favelli, artista, e Franco La Cecla, antropologo.

Ingresso libero fino a esaurimento posti.