Incontro con Francesco e Gianrico Carofiglio Il museo di carta

Palazzo Grassi
27/05/2010
H 21:00

Evento

"Dipingere o scrivere per me sono in fondo la stessa cosa. Che dipinga o che scriva, io perseguo il medesimo scopo. Raccontare delle storie."(D. Buzzati)

Il ciclo Storie dell’arte prosegue, in una notte di primavera, con un appuntamento speciale animato da Francesco e Gianrico Carofiglio, autori di libri amatissimi dai lettori italiani. A metà strada tra reading, performance e conversazione, i due scrittori trascineranno il pubblico in un’avventura sorprendente, dove parole e immagini si intrecciano in una spirale di narrazioni, alla scoperta di un Museo di carta fatto di una moltitudine di storie.

Francesco Carofiglio è nato a Bari nel 1964. Architetto, regista e illustratore, ha lavorato per molti anni come attore e autore teatrale. Scrive soggetti e sceneggiature per il cinema e la televisione. Oltre a Ritorno nella valle degli angeli(Marsilio 2009) e L'estate del cane nero (Marsilio 2008), ha pubblicato per Rizzoli nel 2005 il romanzo With or Without you e nel 2007 il graphic novel Cacciatori nelle tenebre in coppia con il fratello Gianrico. Nel 2010 uscirà in libreria per Marsilio Il Maestro, testo teatrale che andrà in scena nella prossima stagione.

Gianrico Carofiglio (Bari, 1961) è magistrato, scrittore e senatore italiano. Con Sellerio ha pubblicato i gialli dell’avvocato Guerrieri (Testimone inconsapevole, 2002; Ad occhi chiusi, 2003; Ragionevoli dubbi, 2006), L’arte del dubbio(2007) e Le perfezioni provvisorie (2010). Ha vinto numerosi premi tra cui il Premio Bancarella
con Il passato è una terra straniera (Rizzoli). Ha scritto inoltre Né qui né altrove. Una notte a Bari(2008), Il paradosso del poliziotto (2009) e, con il fratello Francesco, il graphic novel Cacciatori nelle tenebre. Nel maggio 2010 esce in libreria per Rizzoli il suo ultimo libro, Non esiste saggezza.

Informazioni pratiche:
Giovedì 27 maggio 2010 a Palazzo Grassi, alle ore 21
Apertura serale straordinaria.
E' possibile visitare la mostra fino alle ore 21.
La biglietteria chiude alle ore 20.