Masterset Stories. Racconti in tre righe

05/02 - 10/02/2021

Evento

Dal 5 al 10 febbraio 2021
Masterset Stories. Racconti in tre righe
Progetto digitale

Palazzo Grassi – Punta della Dogana presenta, da venerdì 5 a mercoledì 10 febbraio 2021, “Masterset Stories. Racconti in tre righe” un nuovo progetto digitale tra arte e letteratura, realizzato in collaborazione con Marsilio Editori, Venezia e dedicato al catalogo, co-edito da Marsilio Editore, Palazzo Grassi – Punta della Dogana e Bibliothèque nationale de France, della mostra “Henri Cartier-Bresson. Le Grand Jeu”. Il progetto accompagna il pubblico digitale in attesa della riapertura dell’esposizione il prossimo 11 febbraio, quando sarà possibile tornare a visitare Palazzo Grassi il giovedì e il venerdì fino al 26 febbraio 2021, completamente gratuitamente.

6 autrici per 6 brevi racconti: Annalisa De Simone, Gaja Cenciarelli, Elisa Fuksas, Ginevra Lamberti, Federica Sgaggio e Chiara Valerio sono invitate ad immaginare piccoli romanzi in tre righe, ispirati agli scatti del Masterset di Henri Cartier-Bresson presentati in mostra a Palazzo Grassi e nel catalogo dell’esposizione, in una prosecuzione letteraria del "Grand Jeu" dei cinque curatori della mostra, Annie Leibovitz, Wim Wenders, François Pinault, Sylvie Aubenas e Javier Cercas.

Ogni giorno da venerdì 5 a mercoledì 10 febbraio, i canali digitali Instagram e Facebook di Palazzo Grassi presenteranno i racconti ideati dalle sei scrittrici e l’immagine da cui ha avuto origine il processo creativo, invitando il pubblico a fare lo stesso e, se lo desidera, a condividere il proprio contributo nei commenti di Instagram e Facebook, secondo le regole dell'autore francese Félix Féneon che nel 1906 ha ideato la formula del "Romanzo in tre righe": una riga per l’ambiente, una riga per la cronaca più o meno nera e una riga per l’epilogo.

Il catalogo della mostra “Henri Cartier-Bresson. Le Grand Jeu” è pubblicato in edizione trilingue (italiano, inglese e francese) con progetto grafico di Studio Sonnoli, Irene Bacchi e Leonardo Sonnoli. Il volume contiene contributi inediti di ciascuno dei cinque curatori coinvolti, del curatore generale Matthieu Humery e di François Hébel, Agnès Sire, Aude Raimbault rispettivamente Direttore, Direttrice artistica e Conservatrice della Fondation Henri Cartier-Bresson.