Hicham Berrada - Mesk Ellil, 2015-2019

In Mesk-ellil (gelsomino o letteralmente muschio notturno), Hicham Berrada sovverte le condizioni ambientali delle piante per creare un giardino, una fantasia sensoriale. Questo teatro botanico, in cui natura e artificio si mescolano si snoda in una passeggiata in mezzo alle serre di Mesk-ellil, fiore prezioso e delicato, che durante il giorno manifesta la propria bellezza mentre la notte si apre e diffonde il suo profumo. Hicham Berrada realizza quindi un giardino artificialmente immerso nel chiaroscuro, colto nel momento in cui il fiore sprigiona segretamente i suoi aromi sottili. Per giungere a questo risultato, l’artista agisce poeticamente sui parametri climatici e sul ritmo circadiano: per dodici ore il giardino è avvolto da un’oscurità artificiale, mentre per le altre dodici le piante ricevono la luce necessaria grazie a un’illuminazione mirata. La trasformazione del giorno in notte, i ritmi vitali rovesciati e la profusione di aromi mutano lo spazio espositivo in paesaggio sensoriale.